Pressione alta

Pressione alta

Pubblicato il: 07/11/2019 Commenti: 0

La pressione alta, o ipertensione, è una condizione da tenere sotto attenta osservazione, in quanto può portare a gravi patologie cardiovascolari o anche a insufficienza renale. 

Cause

Tra le principali cause di ipertensione, troviamo la componente genetica, la cui percentuale di incidenza sull'ipertensione, si attesta attorno al 30%. Essa tende a manifestarsi con più frequenza dall'età adulta ed è spesso conseguenza di sovrappeso e obesità. Non è sempre semplice accomunare la pressione alta ad una singola causa, dato che, spesso, sono un insieme di fattori predisponenti a portare a tale condizione. Tra questi, sono annoverate alcune patologie come l'ipertiroidismo, la sindrome di Cushing o una nefropatia. Per tal motivo, è sempre importante intraprendere un percorso diagnostico e terapeutico specifico per ogni individuo.

Altre cause possono essere riscontrate nello stile di vita, che influisce notevolmente sui valori pressori. Tra i fattori di rischio più comuni ci sono: 

  • fumo;
  • sedentarietà; 
  • stress, rabbia trattenuta o eccesso di lavoro; 
  • alcol;
  • insonnia. 

Rimedi

Logicamente, anche solamente agendo sui fattori di rischio è possibile ridurre l'ipertensione. Uno stile di vita sano avente come fine quello di abbassare la pressione, quindi, prevede: 

  • alimentazione equilibrata e corretta;
  • riduzione del sodio; 
  • eliminazione di fumo e alcol;
  • attività fisica costante e moderata;
  • riduzione dello stress.

Nei casi in cui questi cambiamenti di condotta non diano buoni risultati, potrebbe essere necessaria una terapia specifica, in genere molto prolungata nel tempo. I farmaci più utilizzati per trattare l'ipertensione sono: diuretici, calcio antagonisti, simpaticolitici, beta bloccanti, antagonisti dell'angiotensina e ACE inibitori.

Al fine di abbassare la pressione alta, si può puntare a regolarizzare la contrazione dei muscoli cardiaci. Il potassio, un minerale contenuto in numerosi alimenti, può dare manforte in questo senso, e aiuta a prevenire la pressione alta. Gli esperti affermano che un adulto dovrebbe assumere almeno 2 grammi al giorno di potassio; lo si trova in cibi come banane, albicocche e agrumi, per quel che riguarda la frutta, ma anche in soia, pesce e cereali integrali. Anche i pomodori ne hanno discrete quantità e, grazie al licopene, sono considerati anche tra i migliori antiossidanti naturali. 

L’aumento di potassio assunto deve però corrispondere comunque ad una diminuzione di sodio: è importante, quindi, eliminare o ridurre insaccati, patatine e prodotti in salamoia e, in ogni modo, ridurre l’utilizzo di sale. 

Se vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il team di Farmasave è a tua totale disposizione.


Commenti

Scrivi commento